Home Uncategorized La Cina aumenta le richieste di regolamenti crittografici

La Cina aumenta le richieste di regolamenti crittografici

0


Venerdì (21 maggio) le autorità cinesi hanno aumentato le loro richieste per un aumento delle normative sulle criptovalute, CNBC segnalato.

Per proteggere il sistema finanziario nel suo insieme, è necessario un “giro di vite” “sul comportamento di mining e trading di Bitcoin e prevenire risolutamente la trasmissione dei rischi individuali al campo sociale”, secondo la dichiarazione del vice premier cinese Liu He e il Consiglio di Stato della Repubblica popolare cinese.

“È necessario mantenere il regolare funzionamento dei mercati azionari, del debito e dei cambi, reprimere severamente le attività di titoli illegali e punire severamente le attività finanziarie illegali”, afferma il comunicato.

Questo avviene pochi giorni dopo le autorità di regolamentazione del paese vietato istituzioni finanziarie di fornire servizi relativi alle criptovalute. Quella notizia ha fatto precipitare il prezzo del bitcoin e la dichiarazione di venerdì ha rimesso in moto le ruote. Il prezzo è sceso di oltre l’8,5% alla notizia di oggi.

Come PYMNTS Secondo quanto riportato mercoledì, i forti tuffi riflettono un sentimento volubile degli investitori e potrebbero anche impedire loro di diventare mainstream, consentendo invece alle valute digitali della banca centrale (CBDC), come lo yuan digitale, di essere al centro della scena.

Anche gli Stati Uniti stanno intensificando le proprie normative sulla criptovaluta. Il Dipartimento del Tesoro disse giovedì (20 maggio) che inizierà a richiedere che le transazioni commerciali legate alle criptovalute superiori a $ 10.000 vengano segnalate all’Internal Revenue Service, scrivendo che “la criptovaluta pone già un problema di rilevamento significativo facilitando l’attività illegale in generale, inclusa l’evasione fiscale”.

Presidente della Federal Reserve Jerome Powell anche avvertito che le criptovalute presentano “potenziali rischi per … gli utenti e per il sistema finanziario più ampio”. Inoltre, mentre la Fed sta esplorando l’uso di un CBDC, “le criptovalute non sono servite come un modo conveniente per effettuare pagamenti, date, tra gli altri fattori, le loro oscillazioni di valore”.

——————————

NUOVI DATI PYMNTS: STUDIO PAGAMENTI IN CRIPTOVALUTA – MAGGIO 2021

Informazioni sullo studio: I consumatori statunitensi vedono la criptovaluta come qualcosa di più di una semplice riserva di valore: 46 milioni di piani affermano di aver intenzione di utilizzarla per effettuare pagamenti per qualsiasi cosa, dai servizi finanziari alla spesa. Nel rapporto sui pagamenti di criptovaluta, PYMNTS esamina 8.008 utenti e non utenti di criptovaluta negli Stati Uniti per esaminare i modi in cui intendono utilizzare la criptovaluta per effettuare acquisti, quale criptovaluta intendono utilizzare e in che modo l’accettazione dei commercianti può influenzare la scelta del commerciante e la spesa dei consumatori.







Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here