Home investorplace.com Potresti essere sorpreso dall’impatto di Bitcoin sull’ambiente

Potresti essere sorpreso dall’impatto di Bitcoin sull’ambiente

0


Durante la corsa all’oro in California a metà del 1800, l’estrazione di successo del metallo prezioso richiedeva molta energia: manodopera.

Fonte: Shutterstock

Ecco perché la popolazione della California è aumentata di oltre 30 volte dal 1849 al 1852. La domanda di lavoro era più alta lì che in qualsiasi altra parte del mondo. La gente ha cercato opportunità.

170 anni dopo, l’enorme potenza necessaria per estrarre nuovamente una risorsa scarsa è una tendenza evidente. Tanto che alcune delle persone più intelligenti del pianeta ne parlano, come Tesla (NASDAQ:TSLA) fondatore Elon Musk.

Nella nostra era digitale, la risorsa è digitale… bitcoin.

E il potere minerario non è più manodopera ma potenza di calcolo. I computer minerari usano l’elettricità… molta.

Questo deve rendere il bitcoin dannoso per l’ambiente, giusto?

Quell’idea ha contribuito a dimezzare la criptovaluta originale rispetto ai massimi di aprile, ma non è così semplice come sembra.

Ecco cosa devi sapere sull’estrazione di bitcoin e altre criptovalute, il suo impatto ambientale e il suo effetto sul loro potenziale come investimento…

Penso che Elon Musk sia un brillante visionario. Sono un suo fan da molto tempo, rendendomi conto anche che a volte può andare fuori dai sentieri battuti.

Musk ha recentemente cambiato il suo stile su bitcoin nel giro di pochi mesi. Una parte centrale di questo cambiamento sconcertante è stato l’impatto del mining di bitcoin sull’ambiente.

A febbraio, Tesla ha annunciato di aver acquistato $ 1,5 miliardi di bitcoin per “diversificare ulteriormente e massimizzare i rendimenti sui nostri contanti”. Inoltre, la società ha aperto nuove strade annunciando che avrebbe accettato bitcoin come pagamento per i suoi veicoli.

Abbastanza rialzista, vero?

Bene, all’inizio di questo mese, ha twittato:

“Tesla ha sospeso gli acquisti di veicoli utilizzando Bitcoin. Siamo preoccupati per il rapido aumento dell’uso di combustibili fossili per l’estrazione e le transazioni di Bitcoin, in particolare il carbone, che ha le peggiori emissioni di qualsiasi altro combustibile.

La criptovaluta è una buona idea su molti livelli e crediamo che abbia un futuro promettente, ma questo non può avere un grande costo per l’ambiente.

Tesla non venderà alcun Bitcoin e intendiamo utilizzarlo per le transazioni non appena il mining passerà a un’energia più sostenibile. Stiamo anche esaminando altre criptovalute che utilizzano <1% dell'energia/transazione di Bitcoin".

Chiariamo un po’ della confusione.

Innanzitutto, questa preoccupazione non si applica a tutte le criptovalute.

Esistono due principali sistemi blockchain utilizzati per la verifica. Uno è “prova di lavoro”, che è il meccanismo originale. È utilizzato da bitcoin e dalla prima iterazione di Ethereum, tra gli altri. Richiede infatti un’enorme potenza di calcolo per estrarre nuove monete.

L’altro meccanismo è la “prova della posta in gioco”. È più recente e alimenta molti nuovi altcoin (crypto diversi dal bitcoin). A lungo MoneyWire i lettori sanno che per quanto rialzista sia io su bitcoin, Mi aspetto guadagni ancora maggiori da questi altcoin più piccoli e meno conosciuti che non hanno ottenuto 1/100 dell’attenzione che ha il bitcoin.

Non abbiamo bisogno di andare a ottenere tutti i tecnici sulle differenze tra i due meccanismi. Il punto importante è che i nuovi sistemi proof-of-stake utilizzano molta meno energia.

Tuttavia, bitcoin è la criptovaluta più grande e conosciuta, quindi diamo un’occhiata ai sistemi di prova del lavoro e se il problema è davvero così grave. Se leggi solo i titoli, potresti essere sorpreso.

Secondo un’università di Cambridge studia, più di tre minatori proof-of-work su quattro utilizzano le energie rinnovabili come parte del loro mix energetico, il 76% per l’esattezza. ARK Invest ha anche prodotto un white paper che è giunto alla stessa conclusione. Inoltre, il 39% di tutte le attività minerarie a prova di lavoro avviene già tramite fonti rinnovabili.

I combustibili fossili più vecchi sono la grande preoccupazione, poiché sono dannosi per l’ambiente. Bene, guarda la ripartizione delle fonti di energia per le strutture minerarie:

  • 62% idroelettrico (rinnovabile)
  • 38% carbone (fossile)
  • 36% di gas naturale (pulito)
  • 17% eolico al 17% (rinnovabile)

Non mi sembra il grande svantaggio che sembra essere, vero?

Inoltre, mi aspetto che bitcoin stimolerà il passaggio alle energie rinnovabili. I soldi parlano e le rinnovabili costano meno. Come ogni altra società, le società minerarie vogliono aumentare i margini di profitto riducendo i costi. L’energia è probabilmente la loro più grande spesa generale, quindi sai che apprezzeranno la possibilità di risparmiare.

Lo hanno detto anche altri. Piazza (NYSE:SQ) è stata una delle prime grandi aziende a possedere bitcoin e semplifica l’acquisto e la vendita tramite la sua app Cash. Ad aprile, prima dell’ultimo tweet di Elon Musk, il CEO Jack Dorsey ha twittato un collegamento a un white paper intitolato “Bitcoin è la chiave per un futuro di energia pulita e abbondante”. Ha detto che “bitcoin incentiva le energie rinnovabili”.

Muschio ha risposto: “Vero.”

Quindi non sono sicuro di cosa sia successo per fargli cambiare idea, ma questo passaggio alle rinnovabili sta già funzionando.

Blockchain antisommossa (NASDAQ:RIOT) è una delle più grandi società di mining di bitcoin negli Stati Uniti Nella sua attività a Massena, New York, l’88% dell’elettricità generata proviene da fonti a emissioni zero. Ciò crea una bassa impronta di carbonio e riduce anche i costi e la temperatura media giornaliera, il che aumenta la redditività e aiuta i computer minerari a durare più a lungo.

Ci siamo concentrati sui minatori, ma la blockchain sta sconvolgendo la nostra intera rete energetica e aiutandoci a portarci in un futuro di energia più pulita. I residenti dell’area di Park Slope a Brooklyn stanno già beneficiando di un progetto chiamato “rete transattiva”. Quelli con i pannelli solari possono vendere energia alle compagnie energetiche… e tenere traccia di ogni transazione sulla blockchain.

Nella tipica modalità blockchain, la distribuzione dell’energia si sta spostando da una rete centralizzata gestita da una manciata di società di servizi pubblici a una rete decentralizzata di proprietà di individui. La possibilità per le imprese e i proprietari di case di acquistare e vendere energia sarà presto la nuova normalità.

È per questo che dico la blockchain cambierà quasi tutto — come si cercano cose online, si acquistano beni e servizi, si prendono in prestito denaro, si riscalda la casa, si acquista una casa, si vota, si pagano le tasse e altro ancora.

È anche per questo che lo dico comprare altcoin in questo momento è come sostenere grandi produttori di softwareMicrosoft (NASDAQ:MSFT), Google (NASDAQ:GOOG, NASDAQ:GOOGL), Uber (NYSE:UBER) o Oracolo (NYSE:ORCL) – Nei primi giorni.

Credo che investire nelle migliori altcoin in questo momento sia come con la Microsoft di Bill Gates nel 1986… poco prima che il mondo impazzisse per il suo software che migliora la produttività e le azioni salissero alle stelle.

Alla data di pubblicazione, Matthew McCall non aveva (né direttamente né indirettamente) alcuna posizione nei titoli citati in questo articolo.

Matthew McCall ha lasciato Wall Street per aiutare effettivamente gli investitori, introducendoli nelle tendenze più grandi e rivoluzionarie del mondo PRIMA di chiunque altro. Clicca qui per vedere cosa ha in serbo Matt ora.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here