Home Criptovalute Vitalik Buterin racconta di aver guadagnato 4,3 milioni dal suo investimento di...

Vitalik Buterin racconta di aver guadagnato 4,3 milioni dal suo investimento di 25.000$ in Dogecoin

0


Vitalik Buterin, co-creatore di Ethereum, ha svelato di aver investito 25.000$ in Dogecoin nel 2016. Quest’anno ha venduto metà dei suoi dog-token per 4,3 milioni, denaro che ha poi donato in beneficenza

Nella sua recente apparizione sul podcast di Lex Fridman, il co-creatore di Ethereum, Vitalik Buterin, ha rivelato di aver guadagnato oltre 4 milioni di dollari a seguito di un investimento di 25.000$ in Dogecoin nel 2016.

Ma, tipico di Buterin, ha donato tutti i profitti in beneficenza.

La criptovaluta Dogecoin è stata creata nel dicembre del 2013, prendere ispirazione dal meme dello Shiba Inu molto popolare al tempo. Vitalik ha definito DOGE una delle prime “monete scherzo” a nascere nel fiorente ecosistema delle criptovalute.

Vitalik racconta che, sebbene fosse rimasto colpito dalla comunità che si era formata attorno a DOGE, la sua decisione di investire nella criptovalute non era basata su qualunque reale tesi o strategia:

“Inizialmente le persone non la prendevano molto sul serio. […] Al tempo pensavo, ‘come farò a spiegare a mia madre che ho appena investito 25.000$ in Dogecoin, […] l’unica cosa interessante di questa moneta è che come logo ha un cane.’

Ma, ovviamente, si è poi dimostrato essere uno dei migliori investimenti che abbia mai fatto.”

Buterin afferma che DOGE abbia “fatto molto bene“negli anni successivi al suo acquisto, non si tratta” l’ondata di speculazione causato dai messaggi su Twitter di Elon Musk.

L’interesse di Musk per DOGE sembra essere nato nel 2019, a seguito di una votazione nella community per eleggere il nuovo ipotetico CEO del progetto, quattro anni dopo che il suo creatore originale ha abbandonato lo sviluppo della criptovaluta.

Alla fine del 2020, Elon Musk ha iniziato a parlare di Dogecoin e il suo market cap è impennato a 50 miliardi di dollari. […] È cresciuto più volte“, ha dichiarato Buterin.

Il co-creatore di Ethereum era in lockdown a Singapore quando il prezzo di DOGE è improvvisamente impennato del 775%, passando da 0,008$ a 0,07$ in un solo giorno:

“Al tempo ho pensato: ‘Oh mio Dio, i miei Doge valgono, tipo, un sacco!’ Ho subito chiamato alcuni dei miei amici e ho detto loro di mollare immediatamente ciò che stavano facendo.

Ho venduto metà dei miei DOGE e ho guadagnato 4,3 milioni di dollari, che ho donato all’associazione GiveDirectly. Qualche ora dopo, il prezzo è crollato da circa 0,07$ a 0,04$.”

Dopo aver venduto metà dei suoi DOGE al locale, Vitalik afferma di aver incontrato un “commerciante fantastico […] fino a che, ovviamente, il prezzo è tornato a 0,07$… e poi a 0,50$.

Supponendo che Buterin possegga ancora il rimanente 50% dei suoi DOGE, in questo momento potrebbe essere in possesso di quasi 20 milioni di dollari in token canini.

Nonostante abbia investito nel progetto già nei primi anni, Buterin non si vale che Dogecoin cattura l’immaginazione del grande pubblico e diventasse uno dei principali crypto-asset per capitalizzazione di mercato:

“DOGE è diventato un grande fenomeno. Ci sono persino persone che hanno sentito parlare di Dogecoin ma non di Ethereum, è qualcosa che non avrei mai immaginato.”



LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here