Home Uncategorized Le azioni asiatiche avanzano mentre gli investitori attendono i dati sull’inflazione degli...

Le azioni asiatiche avanzano mentre gli investitori attendono i dati sull’inflazione degli Stati Uniti

0


BANGKOK (AP) — Le azioni asiatiche sono in rialzo dopo che Wall Street ha registrato perdite modeste, mentre gli investitori attendono i dati chiave sull’inflazione statunitense. I benchmark sono aumentati in tutta la regione, ma sono rimasti in un intervallo ristretto.

Giovedì gli investitori riceveranno un’attenta osservazione dei dati sull’inflazione statunitense. L’attenzione si concentra su come potrebbe avere un impatto sui tassi di interesse ultra bassi e su altre politiche a sostegno del mercato.

“C’è un senso di ognuno per sé prima dei dati sull’inflazione degli Stati Uniti questa sera, un punto di dati che ha lasciato i mercati nel limbo e sembra impiegare un tempo interminabilmente lungo per arrivare”, ha detto Jeffrey Halley di Oanda in un rapporto.

Il rilascio dell’indice dei prezzi al consumo da parte del Dipartimento del Lavoro arriva poco prima della riunione della prossima settimana dell’Open Market Committee della Federal Reserve, che stabilisce la politica sui tassi di interesse e altre misure.

Il trading è stato relativamente limitato questa settimana, con gli investitori che analizzano qualsiasi dato per giudicare se l’aumento dell’inflazione sarà temporaneo, come pensa la Federal Reserve, o più permanente.

Il Nikkei 225 di Tokyo è salito dello 0,3% a 28.951,07 e il Kospi in Corea del Sud è aumentato dello 0,4% a 3.228,76. A Hong Kong, l’Hang Seng ha guadagnato lo 0,3% a 28.812,05, mentre l’indice Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,8% a 3.620,72. L’S&P/ASX 200 australiano ha guadagnato lo 0,3% a 7.292,10.

Mercoledì, una flessione nelle banche e nelle società industriali ha spinto le azioni di Wall Street a perdite modeste dopo che un guadagno iniziale è svanito nell’ultima mezz’ora di negoziazione. Le azioni promosse da orde di investitori al dettaglio online, le azioni “meme” come sono diventate note, sono state ancora una volta volatili.

L’S&P 500 è scivolato dello 0,2% a 4.219,55, cancellando il magro guadagno del giorno prima. Le modeste mosse dell’indice di riferimento di questa settimana lo mettono sulla buona strada per la sua prima perdita settimanale in tre settimane. Il Dow Jones Industrial Average ha ceduto lo 0,4% a 34.447,14, mentre il Nasdaq ha tenuto un po’ meglio, chiudendo in ribasso solo dello 0,1% a 13.911,75.

L’indice tech-heavy è stato alzato dalle stesse società Big Tech che lo hanno spinto generalmente più in alto negli ultimi 18 mesi. Microsoft è aumentata dello 0,4% e Amazon ha aggiunto lo 0,5%.

I rendimenti dei titoli di Stato sono crollati. Il rendimento del Treasury a 10 anni è sceso all’1,48% dall’1,52% di martedì. I rendimenti in calo hanno appesantito le banche, che si affidano a rendimenti più elevati per addebitare interessi più redditizi sui prestiti.

Anche le azioni delle piccole società, che quest’anno hanno superato il mercato più ampio, sono diminuite. L’indice Russell 2000 ha ceduto lo 0,7% a 2.327,13.

Altrove nel mercato, è continuata la volatilità delle azioni abbracciata dagli investitori che utilizzano forum online come Reddit. Clover Health è sceso del 23,6% mentre AMC Entertainment è sceso del 10,4%. Wendy’s affondò del 12,7% dopo essere salito del 25,9% il giorno prima.

Il titolo originale del “meme”, GameStop, ha dichiarato dopo la campana di chiusura mercoledì di aver portato una coppia di veterani di Amazon come nuovo amministratore delegato e chief financial officer per aiutare nel suo tanto atteso turnaround digitale. La società ha anche riportato una perdita trimestrale inferiore rispetto a un anno fa in quanto le entrate sono aumentate. Le sue azioni sono scese del 3% nel trading after-hour.

In altri scambi, il greggio di riferimento degli Stati Uniti è sceso di 54 centesimi a 69,42 dollari al barile nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Mercoledì ha perso 9 cent a 69,96 dollari al barile.

Il greggio Brent, lo standard internazionale, ha ceduto 56 centesimi a 71,66 dollari al barile.

Il dollaro USA è stato scambiato a 109,54 yen giapponesi, in calo da 109,64 alla fine di mercoledì. L’euro si è indebolito a $ 1,2171 da $ 1,2182.

___

Gli scrittori di AP Business Damian J. Troise e Alex Veiga hanno contribuito.

Articolo in primo piano: Cos’è lo Stochastic Momentum Index (SMI)?

7 azioni che potrebbero trarre vantaggio da un aumento dell’imposta sulle plusvalenze

Una cosa che ogni investitore deve imparare è l’effetto delle plusvalenze sui propri investimenti. Ogni volta che un investitore vende un’azione che si è apprezzata, quella plusvalenza è soggetta a tassazione. Le azioni detenute per meno di un anno pagano un’aliquota fiscale sulle plusvalenze a breve termine. Le azioni detenute per oltre un anno pagano un’aliquota fiscale sulle plusvalenze a lungo termine.

In generale, un aumento dell’imposta sulle plusvalenze è un indicatore ribassista per le azioni. Tuttavia, ci sono un paio di strategie che possono aiutare gli investitori a evitare parte del colpo fiscale. Una strategia è mantenere i tuoi investimenti in un conto pensionistico individuale (IRA) o 401 (k). Tuttavia, molti percettori di reddito più elevato desiderano avere più accesso ai fondi nei loro conti di intermediazione.

Una solida strategia per questi investitori prevede l’acquisto di azioni con dividendi. Anche il reddito da dividendi è tassato (a meno che non venga reinvestito), ma in genere quando viene aumentata l’aliquota dell’imposta sulle plusvalenze, l’aliquota del reddito da dividendi rimane la stessa. Questo rende le azioni con dividendi più interessanti.

Investire in azioni con dividendi non è mai una cattiva idea, ma a volte quando l’aliquota dell’imposta sulle plusvalenze è favorevole, le azioni di crescita forniscono una ricompensa migliore per il capitale degli investitori. Ma quando le aliquote fiscali sulle plusvalenze a lungo termine salgono, tali guadagni possono diventare costosi.

In questa presentazione speciale, ti daremo sette titoli che hanno un buon rendimento da dividendi e una storia forte che li accompagna.

Visualizza i “7 titoli che potrebbero trarre vantaggio da un aumento dell’imposta sulle plusvalenze”.

Aziende citate in questo articolo

Confronta queste azioni Aggiungi questi titoli alla mia lista di titoli



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here