Home Criptovalute James Taylor di BNY Mellon assume un nuovo ruolo con Unizen Exchange

James Taylor di BNY Mellon assume un nuovo ruolo con Unizen Exchange

0


James Taylor, uno dei protagonisti di BNY Mellon, ha lasciato il suo ruolo nella banca globale per assumere una nuova posizione nel settore delle criptovalute. Tutto l’acume per gli affari di Talyor maturato negli anni sul lavoro confluirà nel suo ruolo con Unize, dove assumerà la nuova carica di Chief Business Development Officer.

L’ecosistema di scambio intelligente di Unizen combina i migliori elementi di CEX e DEX per fornire liquidità più profonda e spread più ristretti per i trader, siano essi al dettaglio o istituzionali. In un momento in cui gli investitori istituzionali, in particolare, stanno manifestando un vivo interesse per la finanza decentralizzata, ma spesso mancano di mezzi per ottenere esposizione, Unizen sembra ben posizionata per raccogliere la sfida.

Da Banking the Banked a Onboarding the Hard-to-Bank

Il curriculum di James Taylor si legge come un who’s who dell’investment banking globale, con periodi presso BNY Mellon, JP Morgan, Deutsche Bank, Barclays Capital e Salomon Brothers durante una prestigiosa carriera che dura da più di due decenni. Il suo incarico più recente, presso BNY Mellon, ha visto Taylor ricoprire il ruolo di Global Head of Electronic Foreign Exchange sales. Questo è stato preceduto da otto anni presso JP Morgan Chase, compreso il ruolo di Head of Fixed Income Currency and Commodity Market Structure (FICC).

In breve, il nuovo business lead di Unizen sembra essere un bel problema, e la sua nomina non è solo un colpo di stato per la piattaforma di scambio: è una convalida della DeFi in generale. Sebbene non sia più raro vedere i titani TradFi fare DeFi in un cambiamento di carriera in ritardo, la transizione di Taylor è più sorprendente della maggior parte. Sulla carta, sembrerebbe che l’esperto di affari non avesse carenza di opzioni sul tavolo quando rifletteva sulla sua prossima mossa di carriera. Quindi cosa lo ha attratto di Unizen esattamente?

Secondo Taylor, è stata la qualità del team di Unizen a corteggiarlo davanti alla sua tecnologia comunque impressionante: “Senza dubbio la squadra è di prim’ordine in termini di talento, ma quello che mi colpisce di più è la filosofia morale che vedo applicata da tutti”.

Aggiunge: “Sono molto entusiasta della nostra ambizione di essere il gateway universale e unificato attraverso il quale i tradizionali partecipanti ai mercati finanziari accedono a nuovi mercati di risorse digitali”. Questa è una forte approvazione del suo nuovo datore di lavoro, cosa che ci si aspetterebbe certamente, ma è anche un’approvazione di dove sono diretti le criptovalute e la DeFi.

Smart Exchange diventa più intelligente

Unizen è classificato come un “scambio intelligente” in quanto aggrega strumenti e servizi tradizionalmente isolati. Per anni, il panorama dello scambio di criptovalute è stato biforcato, con alcuni prodotti e asset disponibili solo su CEX (ordini limite, cross-chain swap, futures) e alcuni disponibili solo su DEX (trading senza fiducia, condivisione delle commissioni, agricoltura di rendimento). Piattaforme emergenti come Unizen uniscono molte di queste funzionalità sotto lo stesso tetto, consentendo alla prossima generazione di trader di accedere a strumenti a cui i loro predecessori avevano solo un accesso limitato.

Con James Taylor alla guida dei suoi sforzi di sviluppo aziendale, l’ecosistema di scambio intelligente di Unizen è diventato un po’ più intelligente.


www.newsbtc.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here