Home AMERICA USA Il giudice si appella scettico sullo sforzo di respingere la causa del...

Il giudice si appella scettico sullo sforzo di respingere la causa del Dominio

0



In questo 25 novembre 2020, l’ex sindaco di New York Rudy Giuliani, avvocato del presidente Donald Trump, parla in un’audizione del comitato per la politica della maggioranza del Senato dello stato della Pennsylvania a Gettysburg, Pennsylvania. Una corte d’appello ha sospeso Giuliani dall’esercizio della professione forense a New York perché ha rilasciato false dichiarazioni mentre cercava di convincere i tribunali a ribaltare la sconfitta di Trump nella corsa alle presidenziali. La sentenza, firmata giovedì 24 giugno, impedirà a Giuliani di rappresentare i clienti come avvocato. (Foto AP/Julio Cortez, File)

WASHINGTON (AP) – Giovedì un giudice federale è apparso scettico riguardo agli argomenti per respingere una causa per diffamazione intentata da Dominion Voting Systems su affermazioni infondate sulle elezioni del 2020 fatte dagli alleati di Trump Sidney Powell, Rudy Giuliani e MyPillow Guy.

La società del sistema di voto ha citato in giudizio il trio per $ 1,3 miliardi ciascuno dopo aver affermato che la società ha truccato le elezioni per il democratico Joe Biden. Quelle affermazioni, insieme alle falsità dell’ex presidente Donald Trump e altri, hanno contribuito a spronare una folla violenta a prendere d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio, nel tentativo fallito di fermare la certificazione della vittoria di Biden.

I tre hanno continuato a formulare accuse anche dopo che i funzionari del governo, sia repubblicani che democratici, e il procuratore generale di Trump hanno affermato che non vi erano prove di diffusi brogli elettorali. L’equipaggiamento di voto di Dominion è stato utilizzato in diversi stati chiave del campo di battaglia.

Giovedì, il giudice della corte distrettuale degli Stati Uniti Carl Nichols ha ascoltato le argomentazioni degli avvocati di Powell, Giuliani e Mike Lindell, CEO di MyPillow, con sede nel Minnesota, che il caso dovrebbe essere archiviato. Gli avvocati hanno sostenuto che il discorso era protetto dal Primo Emendamento, secondo cui Dominion doveva essere considerato un’agenzia governativa perché forniva apparecchiature di voto per le elezioni e veniva trattato come una figura pubblica. E in alcuni casi, hanno detto gli avvocati, le affermazioni fatte su Dominion erano vere e quindi non potevano essere considerate dannose.

Nichols ha detto agli avvocati che il dibattito pubblico sulla sicurezza elettorale “non equivale a dire che una particolare azienda ha commesso intenzionalmente una frode elettorale”.

Powell e Giuliani, entrambi avvocati che hanno presentato contestazioni elettorali per conto di Trump, e Lindell hanno fatto varie affermazioni non provate sulla società della macchina per il voto, incluso che la società è stata creata in Venezuela per manipolare le elezioni per il defunto leader Hugo Chavez e che ha la capacità scambiare voti. Dominion ha anche citato in giudizio Fox News e i media conservatori per le stesse affermazioni.

Gli avvocati del Dominion hanno affermato che i tre hanno fatto affermazioni false mirate e specifiche volte a diffamare la società di voto e che le affermazioni sono persistite anche dopo che le loro rivendicazioni legali contro l’elezione sono fallite.

“Queste erano dichiarazioni fatte in conferenze stampa, raduni, sui social media, in televisione … anche dopo che le stesse cause legali a cui si riferiscono alla corte sono state respinte”, ha detto l’avvocato Tom Clare.

Powell e Lindell sono comparsi in tribunale; Giuliani, la cui licenza legale è stata sospesa a New York giovedì dopo che un gruppo di esperti ha scoperto che aveva rilasciato false dichiarazioni sulle elezioni, non lo ha fatto.

Non ci sono state frodi diffuse nelle elezioni, come hanno confermato una serie di funzionari elettorali in tutto il paese, incluso il procuratore generale di Trump, William Barr. Anche i governatori repubblicani dell’Arizona e della Georgia, stati chiave di battaglia cruciali per la vittoria di Biden, hanno garantito l’integrità delle elezioni nei loro stati.

Quasi tutte le sfide legali da parte di Trump e dei suoi alleati sono state respinte dai giudici, tra cui due rigettate dalla Corte Suprema, che comprende tre giudici nominati da Trump.

Il giudice prevede di pronunciarsi in un secondo momento.

___

Lo scrittore dell’Associated Press Nomaan Merchant a Washington ha contribuito a questo rapporto.

Articolo in primo piano: Cosa significa un rating di performance di mercato?

7 titoli di semiconduttori destinati a guadagnare dalla carenza di chip

Chi sapeva che qualcosa di così piccolo potesse creare un problema così grande? Tuttavia, questo è il caso dell’industria dei semiconduttori. I produttori di chip stanno affrontando interruzioni della catena di approvvigionamento a causa della pandemia di Covid-19.

I semiconduttori sono molto richiesti dalle grandi aziende tecnologiche che hanno bisogno dei chip per alimentare i server dei loro data center. Ma sono necessari anche per gran parte della tecnologia che diamo per scontata, inclusi laptop, tablet, telefoni cellulari, console di gioco e automobili, un settore che sembra essere alla radice dell’attuale crisi.

Qualsiasi meccanico del fine settimana sa che anche le tradizionali auto a combustione interna dipendono fortemente dall’elettronica. In effetti, le parti e i componenti elettronici rappresentano il 40% di un nuovo veicolo a combustione interna. È più che raddoppiato dal 2000.

Tuttavia, a quanto pare, alcuni produttori potrebbero aver sopravvalutato quanto presto i consumatori sarebbero stati pronti per un futuro “tutto elettrico”. E ciò significava che non prevedevano quanta domanda ci sarebbe stata per il tipo di chip necessari per svolgere le attività banali ma vitali di sterzo, frenata e persino accensione dei finestrini.

Parte del problema è che le aziende statunitensi dipendono fortemente da paesi come Cina e Taiwan per i loro semiconduttori. In effetti, solo il 12,5% circa della produzione di semiconduttori viene effettuato negli Stati Uniti.

Naturalmente, questo crea un’enorme opportunità per le aziende che producono questi chip. E arriva in un buon momento. Il settore dei semiconduttori è notoriamente ciclico e stava diminuendo a causa dell’elevata domanda per la costruzione del 5G.

In questa presentazione speciale, ti forniremo un elenco di sette aziende di semiconduttori in cui puoi investire per sfruttare questa opportunità.

Visualizza i “7 titoli di semiconduttori destinati a guadagnare dalla carenza di chip”.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here