Home Uncategorized Le banche utilizzano i dati per offrire offerte assicurative corrette

Le banche utilizzano i dati per offrire offerte assicurative corrette

0


“È stato emozionante per noi osservare l’interruzione all’interno del assicurazione settore per quanto riguarda la tecnologia avanzata offerta attraverso il InsurTech spazio,” Liz Sheehan, vicepresidente del gruppo Carrier and Product Management presso Franklin Madison, ha detto a PYMNTS in un’intervista.

Queste aziende emergenti sono state in grado di mettere insieme analisi e un’interfaccia intuitiva per rimodellare quello che è stato tradizionalmente un processo di applicazione goffo e complesso.

Sheehan ha detto che finora nel 2021, banche e altre istituzioni finanziarie (FI) stanno avendo successo con le assicurazioni come parte dei loro flussi incorporati e offerte di prodotti ai consumatori finali – e quel successo copre la gamma di cooperative di credito (CU), banche di grandi e medie dimensioni e società di mutui .

“Ciò che è diverso dagli anni passati è che molti si stanno prendendo il tempo per investire con i partner nell’integrazione dell’assicurazione all’interno dell’esperienza o del percorso complessivo del cliente bancario… e in particolare nell’esperienza di prestito”, ha osservato.

Orientarsi verso le partnership

La copertura assicurativa pertinente può essere offerta al punto di contatto, ha affermato Sheehan, con l’aiuto di tecnologie avanzate e partner sempre più interessati. In un esempio ipotetico, l’assicurazione per i proprietari di case può essere offerta quando un consumatore sta effettivamente ottenendo il proprio mutuo.

C’è stato anche un aumento nell’offerta di assicurazioni sulla vita attraverso piattaforme digitali, dove il consulente finanziario e il consumatore possono accedere e discutere un’ampia suite di programmi di assicurazione sulla vita – “e lo stanno vedendo allo stesso tempo”, ha detto Sheehan.

La maggior parte delle banche, soprattutto quelle più grandi, dispone di infrastrutture di agenzie assicurative per offrire prodotti ai propri consumatori.

“Ma l’assicurazione è pesantemente regolamentata e richiede competenze uniche nei prodotti e nelle linee guida per i consumatori”, ha detto Sheehan a PYMNTS. “Quindi, vediamo la maggior parte delle banche collaborare con un’azienda per offrire i programmi o le soluzioni assicurative che desiderano che i loro consumatori vedano, che si tratti di assicurazioni sulla vita o sulla casa o sull’auto o programmi di assicurazione sanitaria integrativa”.

Pertanto, l’esperienza di acquisto di un’assicurazione nell’ambito delle attività bancarie quotidiane diventa intuitiva.

Come ha sottolineato Sheehan, l’assicurazione è raramente la ragione principale per cui i consumatori interagiscono con la loro banca o CU, ma è chiaramente importante per la loro sicurezza finanziaria.

“Le migliori istituzioni finanziarie lo riconoscono e alla fine integrano l’assicurazione lungo il percorso dei consumatori relativo ai prodotti principali”, ha affermato. “Oppure lo useranno come accompagnamento quando un consumatore completa un’attività primaria, ad esempio su un sito web di una banca. Questo diventa l’innesco per un’offerta assicurativa”.

L’introduzione di processi di sottoscrizione automatizzati, non solo da parte delle compagnie assicurative, ma anche dei riassicuratori e degli InsurTech, ha contribuito a migliorare l’esperienza del cliente. Una migliore raccolta di dati (e una pletora di dati) significa che le FI possono rivolgersi ai propri clienti assicurativi in ​​modo più efficace.

“In definitiva, questo dovrebbe tradursi in un tasso di approvazione più elevato, il che significa che più persone sono in grado di ottenere polizze assicurative sulla vita a prezzi accessibili”, ha osservato Sheehan.

L’uso di dati, algoritmi statistici e machine learning (ML) può aiutare a potenziare database come quello di Franklin Madison, che vanta decenni di risultati di campagne di marketing e storie di risposte che possono aiutare a creare e ottimizzare nuove campagne. L’obiettivo, ha affermato Sheehan, è offrire il prodotto giusto alla persona giusta al momento giusto attraverso il canale più adatto, con l’innovazione come segno distintivo fondamentale del processo.

Indicando la propria compagnia, Sheehan ha affermato che Franklin Madison è stata in grado di aiutare le FIs a identificare e concentrarsi sulle “lacune” nella copertura assicurativa sulla vita. Al di là dell’assicurazione sulla vita e delle polizze per morte accidentale e smembramento, non c’erano davvero polizze in atto che aiutassero a proteggere i consumatori mentre si stavano riprendendo da infortuni – e Franklin Madison ha introdotto tale copertura attraverso la collaborazione con i vettori.

“I benefici stanno tornando a te e puoi determinare come allocarli per il tuo recupero”, ha detto Sheehan.

Ad un livello elevato, ha affermato, la banca rimane un confidente fidato dal punto di vista del consumatore.

“Se è l’istituto finanziario che porta l’offerta assicurativa, c’è una maggiore probabilità che il consumatore prenda la decisione di acquisto dell’assicurazione”, ha detto a PYMNTS.

——————————

DATI NUOVI PYMNTS: AI IN FOCUS: LA ROADMAP DELLA TECNOLOGIA BANCA

Informazioni sullo studio: L’AI In Focus: The Bank Technology Roadmap è un rapporto basato su ricerche e interviste che esamina come le banche utilizzano l’intelligenza artificiale e altri sistemi computazionali avanzati per migliorare la gestione del rischio di credito e altri aspetti delle loro operazioni. Il Playbook si basa su un sondaggio di 100 dirigenti bancari e fa parte di una serie più ampia che valuta il potenziale dell’IA in finanza, sanità e altri settori.







Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here