Home investorplace.com Cosa dovrebbero sapere gli investitori sul divieto proposto dall’UE sui portafogli crittografici...

Cosa dovrebbero sapere gli investitori sul divieto proposto dall’UE sui portafogli crittografici anonimi

0


Per gli investitori con portafogli crittografici anonimi, l’Unione Europea (UE) non dice altro. Secondo rapporti recenti, la Commissione europea sta cercando di vietare i portafogli crittografici anonimi entro il 2024.

Fonte: stockphoto-graf / Shutterstock.com

Questo annuncio ha fatto crollare le criptovalute. Per esempio, Bitcoin (CCC:BTC-USD) è appena scivolato sotto la barriera di $ 30.000, scambiando al livello più basso in un mese. Altre criptovalute hanno seguito l’esempio.

Resta da vedere se le criptovalute alla fine prevarranno a seguito di questo regolamento. Tuttavia, altri divieti crittografici di alto profilo hanno recentemente alimentato l’idea che ciò stesse arrivando. La Cina ha sempre più scendere pesante sulle attività di cripto-estrazione domestica. e dell’India proposto divieto di criptovaluta è stato un altro caso di alto profilo di recente che ha inviato le criptovalute su una traiettoria al ribasso.

Diamo un’occhiata più da vicino a ciò che l’UE sta proponendo e perché questo è un grosso problema per gli investitori di criptovalute.

Il divieto dell’UE dei portafogli crittografici anonimi fa parte di un più ampio giro di vite Cra

Oggi, vari rapporti sull’annuncio formale di un ampio giro di vite sulle criptovalute da parte dei regolatori europei hanno fornito maggiore volatilità per le criptovalute. Già all’inizio una classe di attività volatile, si sta accumulando uno slancio al ribasso. In effetti, sulla scia di un giro di vite dell’UE sulle criptovalute, questo potrebbe essere previsto.

L’annuncio di oggi richiede una regolamentazione più severa dei portafogli e delle transazioni di criptovaluta anonimi. Dato che la stragrande maggioranza delle transazioni e dei portafogli crittografici sono anonimi, questo potrebbe essere un tentativo velato di regolamentare completamente le criptovalute dall’Europa. Date le dimensioni del mercato europeo delle criptovalute, questo annuncio è un grosso problema.

La Commissione Europea ha previsto la possibilità per le aziende di facilitare i trasferimenti di Bitcoin e altre criptovalute, a condizione che i dati personali vengano raccolti lungo il percorso. L’idea è quella di prevenire il rischio di riciclaggio di denaro e attività nefaste con le criptovalute.

L’UE non è la prima giurisdizione a proporre dure restrizioni o un divieto assoluto. Tuttavia, è un mercato significativo in termini di dimensioni e importanza per il mercato globale delle criptovalute.

Resta da vedere cosa verrà alla fine da questa repressione. Tuttavia, oggi gli investitori in criptovalute rimangono in allerta a causa della crescente volatilità.

Alla data di pubblicazione, Chris MacDonald non aveva (né direttamente né indirettamente) alcuna posizione nei titoli citati in questo articolo. Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle di chi scrive, soggetto a InvestorPlace.com Linee guida per la pubblicazione.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here