Home USA Esperti: spendete fondi per la liquidazione degli oppioidi per combattere gli oppioidi

Esperti: spendete fondi per la liquidazione degli oppioidi per combattere gli oppioidi

0


Mentre incombe un accordo di 26 miliardi di dollari sul bilancio degli oppioidi, alcuni esperti di salute pubblica citano l’accordo del 1998 con le aziende produttrici di tabacco come un ammonimento sulla spesa pubblica in fuga e sulle opportunità mancate per salvare più vite.

Mere frazioni dell’accordo sul tabacco di oltre 200 miliardi di dollari sono andate a prevenire il fumo e ad aiutare le persone a smettere in molti stati. Invece, gran parte del denaro ha contribuito a bilanciare i bilanci statali, posare cavi in ​​fibra ottica e riparare strade.

E mentre l’accordo è stato un successo in molti modi – i tassi di fumo sono diminuiti in modo significativo – le sigarette sono ancora accusate di oltre 480.000 morti americane all’anno.

“Abbiamo visto molti di quei dollari essere spesi in modi che non hanno aiutato la popolazione che era stata danneggiata dal tabacco”, ha affermato Bradley D. Stein, direttore dell’Opioid Policy Center della RAND Corporation. “E penso che sia fondamentale che i dollari della liquidazione degli oppioidi siano spesi saggiamente”.

Gli avvocati degli stati e dei governi locali e le società hanno esposto i dettagli chiave dell’accordo mercoledì e hanno affermato che ci sono disposizioni per assicurarsi che il denaro venga utilizzato come previsto.

L’accordo prevede che il produttore farmaceutico Johnson & Johnson paghi fino a $ 5 miliardi, oltre ai miliardi in più dalle principali società di distribuzione di farmaci nazionali. AmerisourceBergen e Cardinal Health contribuiranno ciascuna con 6,4 miliardi di dollari. McKesson pagherà 7,9 miliardi di dollari.

Quasi 2 miliardi di dollari dei fondi sarebbero riservati ad avvocati privati ​​che sono stati assunti dai governi per lavorare sulle loro cause contro l’industria. Anche gli uffici del procuratore generale dello Stato potrebbero trattenere parte del denaro.

Gli Stati – ad eccezione della Virginia Occidentale, che ha già stabilito un accordo con le società ma potrebbe ricevere di più attraverso l’accordo – avranno 30 giorni per approvare gli accordi. Dopodiché, i governi locali avranno quattro mesi per firmare. Ogni società deciderà se un numero sufficiente di giurisdizioni acconsente all’accordo per procedere con esso. Più i governi aderiranno, più le aziende pagheranno.

“Mentre le aziende contestano fermamente le accuse fatte in queste cause, ritengono che l’accordo di transazione proposto e il processo di risoluzione che stabilisce … siano passi importanti verso il raggiungimento di un’ampia risoluzione delle richieste governative di oppioidi e per fornire un sollievo significativo alle comunità negli Stati Uniti”, le società di distribuzione hanno detto in una nota.

Il procuratore generale del Connecticut William Tong ha affermato che sarebbe il secondo più grande accordo in contanti del suo genere nella storia degli Stati Uniti dietro l’accordo sul tabacco negli anni ’90.

Il procuratore generale della Carolina del Nord, Josh Stein, ha affermato che l’accordo sugli oppioidi richiede che i governi statali e locali utilizzino la stragrande maggioranza dei soldi per l’abbattimento – e questo sarà soggetto a un ordine del tribunale. L’accordo prevede che almeno il 70% del denaro vada a un elenco di attività di abbattimento come la fornitura di naloxone, un farmaco che inverte le overdose; aiutare i senzatetto a casa con dipendenze; o educare il pubblico sui pericoli delle droghe, tra molte altre possibilità.

“Stiamo tutti sperimentando le conseguenze nelle comunità della Carolina del Nord, in tutto il paese”, ha detto Stein in una video conferenza stampa mercoledì.

Non tutti gli stati sono pronti ad accettare. Il procuratore generale dello stato di Washington, Bob Ferguson, ha dichiarato che rifiuterà l’accordo come “insufficiente” e andrà avanti con un processo sui reclami contro i distributori che dovrebbe iniziare a settembre.

Grant Woods, un ex procuratore generale dell’Arizona che è stato coinvolto nelle cause relative al tabacco e agli oppioidi, ha affermato che la differenza questa volta è che “tutti vogliono che questi soldi vadano verso gli oppioidi e l’abbattimento in tutto il paese”

L’accordo farebbe parte dello sforzo in corso per affrontare la dipendenza da oppiacei a livello nazionale e la crisi da overdose. I farmaci da prescrizione e quelli illegali come l’eroina e il fentanyl prodotto illecitamente sono stati collegati a oltre 500.000 decessi negli Stati Uniti dal 2000. Il numero di casi ha raggiunto un livello record nel 2020.

Se approvato, l’accordo sarà probabilmente il più grande di molti nel contenzioso sugli oppioidi che si sta svolgendo a livello nazionale. Si prevede che porterà più di 23 miliardi di dollari agli sforzi di abbattimento e mitigazione per aiutare a ottenere cure per le persone che sono dipendenti insieme ad altri programmi per affrontare la crisi. Il denaro sarebbe arrivato in 18 pagamenti annuali, con gli importi maggiori nei prossimi anni.

È probabile che questo sia il più grande gruppo di accordi, ma anche altre società, tra cui il produttore di OxyContin Purdue Pharma, il produttore di farmaci generici Mallinckrodt e la società di consulenza McKinsey, hanno raggiunto o quasi raggiunto accordi nazionali sugli oppioidi. Alcuni produttori di farmaci, distributori più piccoli e aziende farmaceutiche sono ancora citati in giudizio da migliaia di enti governativi.

Un gruppo di organizzazioni di advocacy, esperti di salute pubblica e altri stanno spingendo affinché i governi aderiscano a una serie di principi su come utilizzare i soldi delle transazioni. Includono la creazione di un fondo dedicato per combattere l’epidemia con i soldi della liquidazione e assicurarsi che non si limitino a sostituire altri flussi di finanziamento nel budget.

Il gruppo ha sottolineato che molti governi statali e locali hanno già effettuato tagli all’uso di sostanze e ai programmi di salute comportamentale a causa della recessione economica causata dalla pandemia di coronavirus. E i funzionari del governo potrebbero essere tentati di riempire i buchi nei budget con i soldi.

Joshua Sharfstein, vice preside della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, ha affermato che è fondamentale che il denaro venga speso per combattere la piaga degli oppioidi perché l’epidemia di overdose sta imperversando.

L’anno scorso, negli Stati Uniti, ci sono state un record di 93.000 overdose fatali da tutte le droghe. La maggior parte di esse riguardava il fentanil, un potente oppioide sintetico che ha usi medici ma è anche prodotto illegalmente.

“Tutti sono sia eccitati che un po’ preoccupati”, ha detto Sharfstein dei fondi previsti, “un po’ preoccupati che possano essere sperperati”.

Paul Geller, un avvocato che rappresenta i governi locali, ha affermato che la struttura dell’accordo garantisce che il denaro venga utilizzato come previsto.

“Non sarà usato per riempire buche o costruire biblioteche o bilanciare i budget”, ha detto Geller.

Questo è il tipo di cose per cui è stata spesa una parte significativa del denaro della liquidazione del tabacco, secondo la Campaign for Tobacco-Free Kids, che tiene traccia dei soldi.

Il presidente della campagna Matthew L. Myers ha affermato che l’accordo sul tabacco è “una delle più grandi opportunità mancate per la salute pubblica della nostra vita”.

“Avremmo salvato molte più vite”, ha detto se più soldi fossero stati spesi per la cessazione e la prevenzione.

L’accordo è stato il risultato di stati che volevano recuperare i costi sanitari associati alle malattie legate al tabacco, mentre sostenevano che l’industria avesse ingannato il pubblico.

Joelle Lester, direttrice dei programmi di controllo del tabacco commerciale presso il Public Health Law Center in Minnesota, ha affermato che l’accordo sul tabacco è stato “sia un enorme successo che un ammonimento”.

Ha portato a un aumento dei prezzi delle sigarette, che ha causato un calo dei tassi di fumo. Il marketing, in particolare per i bambini, è stato ridotto. E il fumo degli adulti è sceso dal 24,1% nel 1998 al 13,7% nel 2018, secondo l’American Lung Association.

Ma il denaro che è stato deviato avrebbe potuto fare ancora una differenza maggiore, ha detto.

“Le persone che negoziano questi insediamenti devono concentrarsi sulla distruzione della salute e delle comunità causate”, ha detto degli insediamenti industriali in generale. “Ogni elemento dell’accordo dovrebbe cercare di rimediare al danno causato o impedire che continui”.

___

Finley ha riferito da Norfolk, Virginia, e Mulvihill da Cherry Hill, New Jersey.

Articolo in primo piano: Titoli in crescita, cosa sono e cosa non sono

7 azioni dell’Internet delle cose che si adattano perfettamente al nostro futuro connesso

Quando dici Internet of Things (IoT) potresti ottenere risposte diverse. Mi piace pensarlo in senso lato come se riguardasse la connessione. Si tratta di dispositivi che possono connettersi tra loro e con Internet. E questo fornisce agli utenti le soluzioni che stanno rendendo la nostra vita più comoda.

L’esempio più elementare e onnipresente di un dispositivo IoT è lo smartphone che molti di noi hanno con sé in ogni momento. Ma pensa a cosa ha portato. Assistenti domestici, telecamere di sicurezza, app per il fitness e molto altro sono tutti abilitati dall’Internet delle cose.

L’IoT ha assunto un’importanza ancora maggiore nella pandemia poiché le aziende hanno dovuto trovare un modo per garantire la sicurezza e la redditività delle loro reti anche se i loro dipendenti erano dispersi in remoto. Questo ha creato la domanda di soluzioni edge e cloud computing che sono anche facilitate dall’Internet delle cose.

E sì, questo è solo l’inizio. La necessità di sempre più dati sta alimentando la domanda di soluzioni IoT in aree come i veicoli autonomi.

Ma la buona notizia è che si tratta di un’area ancora molto in fase di crescita. E questo significa che non mancano le aziende che puoi trovare per commerciare in questo settore. Per aiutarti a iniziare, abbiamo messo insieme questa presentazione speciale che mette in evidenza sette di queste società e le ragioni per cui riteniamo che meritino di essere aggiunte al tuo portafoglio.

Visualizza i “7 titoli dell’Internet delle cose che si adattano perfettamente al nostro futuro connesso”.

Aziende citate in questo articolo

Confronta queste azioni Aggiungi questi titoli alla mia lista di titoli



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here