Home Uncategorized Innovazione dei pagamenti B2B dell’Africa occidentale di Julaya Eyes

Innovazione dei pagamenti B2B dell’Africa occidentale di Julaya Eyes

0


Infrastrutture sostenute da tecnologia è fondamentale per modernizzare il panorama dei pagamenti di qualsiasi mercato.

Nell’Africa occidentale francofona, l’infrastruttura dei pagamenti rimane molto indietro rispetto a quella dei mercati più sviluppati come l’Europa. Eppure la sua infrastruttura di telecomunicazioni è fiorita e oggi, mentre la regione ha una grande popolazione sottobanca, la sua elevata penetrazione di telefoni cellulari ha creato un nuovo panorama su cui costruire strumenti finanziari innovativi.

Secondo Mathias Léopoldie, presidente dei pagamenti B2B FinTech Julaya, tale infrastruttura è stata fondamentale per comprendere il percorso migliore verso i pagamenti e gli esborsi aziendali digitali. Ma quando si considera il potere che l’innovazione FinTech può avere per scavalcare i pagamenti B2B nell’era digitale, è importante dare la priorità all’aspetto finanziario, non solo alla tecnologia, di tali sforzi.

Lavorare con l’ecosistema

La tecnologia dirompente di maggior successo spesso richiede due diversi percorsi per l’adozione. In un certo senso, una tecnologia potrebbe essere così vantaggiosa che gli utenti finali sono disposti a cambiare il loro comportamento per adottarla. Nell’altro percorso, la tecnologia può abbracciare i comportamenti che sono già profondamente radicati in una comunità e utilizzare quei modelli per cambiare i risultati.

Julaya ha deciso di portare quest’ultimo in tutta l’Africa occidentale, dove Léopoldie ha affermato che la comprensione delle maggiori sfide di pagamento del mercato era essenziale per sviluppare una soluzione che le persone avrebbero utilizzato.

Oggi, nell’Africa occidentale francofona, le FinTech hanno solo l’opportunità di ottenere una licenza per il trasferimento di denaro elettronico (non una licenza per provider di servizi di pagamento). Con così tante persone sottobanco, è chiaro che i canali bancari e di pagamento hanno una portata limitata. Tuttavia, con una penetrazione dei telefoni cellulari così elevata, il mercato offre già una piattaforma per le FinTech che cercano di rivoluzionare.

Per Julaya, il suo punto debole è il processo attraverso il quale le aziende effettuano pagamenti ed erogano fondi. Scenari in cui il denaro deve muoversi rapidamente, ad esempio per pagare dipendenti o subappaltatori, possono creare attriti significativi considerando i costi e la lentezza dei bonifici, nonché la scarsa penetrazione dei servizi bancari. Il risultato? Un sacco di transazioni in contanti inefficienti e persino pericolose.

Abbracciare il cellulare

Tenendo presente questo clima attuale, Léopoldie ha affermato che era chiaro che il dispositivo mobile offriva una transizione più agevole lontano dai contanti.

“Non si tratta di cercare di imporre qualcosa di nuovo”, ha spiegato. “I nostri clienti lo fanno già pagamenti con denaro mobile.”

L’opportunità, ha continuato, è stata quella di tradurre un ecosistema di pagamenti progettato per i pagamenti B2C in una soluzione in grado di offrire una migliore esperienza aziendale per l’utente finale delle transazioni mobili. In genere, le aziende devono collaborare con un agente in contanti per avviare un pagamento a portafoglio mobile. Ciò crea molti attriti, per non parlare dei risultati in complicati flussi di lavoro di contabilità e riconciliazione.

La maggior parte delle volte, questa scarsa esperienza lascia invece che le aziende continuino a lavorare in contanti.

A luglio, Julaya ha raccolto $ 2 milioni in finanziamenti per supportare la sua offerta di pagamento B2B basata su dispositivi mobili, con particolare attenzione alle transazioni di valore inferiore che possono consentire pagamenti più rapidi di buste paga e fornitori rispetto ai bonifici o alle transazioni in contanti.

Leggi di più: I pagamenti B2B sono al centro della scena con i VC

Questa attenzione riflette un altro modo in cui l’ecosistema e l’infrastruttura esistenti possono guidare una strategia di modernizzazione dei pagamenti B2B. Poiché le basi di questo prodotto sono state progettate per i pagamenti B2C, le transazioni di valore più elevato non sono sempre possibili. Eppure Léopoldie ha notato che per le aziende che hanno bisogno di effettuare quei pagamenti più grandi, in genere non è necessario farlo rapidamente, e quindi i bonifici possono essere accettabili. Ma con l’espansione di Julaya, la roadmap prevederà di mirare a importi di transazione più elevati.

Un salto nella digitalizzazione

Sebbene l’infrastruttura dei pagamenti dell’Africa occidentale possa non essere modernizzata come quella dell’Europa, ciò non vuol dire che elevare l’ecosistema dei pagamenti nella regione non sarà un successo.

Al contrario, a differenza dei mercati negli Stati Uniti – in cui gli assegni cartacei rimangono così diffusi nonostante i pesanti investimenti nella modernizzazione dei pagamenti – l’Africa occidentale francofona ha il potenziale per scavalcare quelle soluzioni legacy per saltare direttamente in un mondo di pagamenti elettronici B2B mobile-first.

Léopoldie ha affermato che il mercato ha altre opportunità per andare avanti, soprattutto perché le banche tradizionali lasciano molte lacune da colmare alle FinTech.

“Le banche non stanno cogliendo questa opportunità di salto di qualità”, ha osservato. “La domanda di mercato per una soluzione è elevata e puoi raggiungere volumi molto elevati molto più velocemente di quanto potresti fare in Europa, ad esempio.”

Ha previsto un continuo aumento dell’infrastruttura di denaro mobile che potrebbe eventualmente essere sostituita da binari bancari se l’ecosistema bancario accelera i suoi sforzi di aggiornamento. L’infrastruttura di criptovaluta e blockchain offre un’altra promettente strada per la modernizzazione, ha aggiunto Léopoldie, in particolare nei mercati con un alto grado di volatilità valutaria.

Léopoldie si è assicurato di sottolineare il ruolo che le banche e altri attori nell’ecosistema dei servizi finanziari tradizionali svolgono nel guidare la modernizzazione dei pagamenti B2B e in altre aree. La collaborazione del settore dovrebbe essere abbracciata per mitigare il maggior attrito possibile.

“Le persone FinTech tendono a dimenticare la parte ‘finanziaria’ di FinTech”, ha detto. “Si concentrano davvero sulla ‘tecnologia’, ma hai molti clienti che puoi raggiungere attraverso partnership bancarie e prodotti bancari tradizionali”.

——————————

DATI PIMNTI: 100 DIRIGENTI SANITARI PARLANO DELL’UTILIZZO DELL’IA PER RIDURRE FRODI, SPRECHI E ABUSI

Di: Le aziende sanitarie stanno perdendo il 12% dei loro ricavi annuali a causa di frodi, sprechi e abusi (FWA), ma poche utilizzano l’intelligenza artificiale (AI) per affrontare questi problemi a causa dei problemi di costo. In AI In Focus: Targeting Fraud, Waste And Abuse In Healthcare, PYMNTS ha intervistato 100 dirigenti sanitari per scoprire come l’AI potrebbe effettivamente aiutare le aziende a sbloccare i risparmi frenando costose affermazioni false e falsi positivi.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here