Home Criptovalute Che fine ha fatto Akon City, la futuristica crypto-metropoli ideata dal rapper...

Che fine ha fatto Akon City, la futuristica crypto-metropoli ideata dal rapper Akon?

0


Nel 2018 fosse stata pubblicizzata come una città futuristica ispirata al film Marvel Black Panther, la quale sarebbe emersa come un “faro di innovazione e sviluppo umano” per sostenere le economie dell’Africa occidentale e del Senegal, ben pochi progressi sono stati compiuti nella costruzione di Akon City.

Al di là di un pietra cerimoniale posta in un campo vicino a Mbodiene ormai circa un anno fa, gli sviluppi per la metropoli ideata dal rapper Akon paiono essere in stallo, secondo un rapporto dell’Agence France-Press.

Akon aveva previsto che entro il 2024 la città avrebbe vantato una stazione di polizia, un centro rifiuti, una centrale elettrica ad energia solare, un centro commerciale, un ospedale e una scuola, anticipando che il progetto sarebbe stato completato nella sua interezza entro il 2030.

La popolazione locale è sempre più scetica nei confronti di Akon City, una futura “smart city” panafricana da 6 miliardi di dollari che vanterebbe un’economia basata sulle criptovalute, situata vicino al villaggio senegalese di Mbodiene.

Pietra cerimoniale di Akon City
Pietra cerimoniale di Akon City

Secondo il rapporto, gli abitanti di Mbodiene nutrivano grandi speranze per il progetto, nonché per un aumento dell’occupazione e dell’attività economica che la città certo portato.

Tuttora, sanno ben poco riguardo al blocco dello sviluppo di Akon City. Jules Thiamane, 35enne locale, ha dichiarato:

“Hanno posto la prima pietra con molti discorsi e promesse. Rispetto a tutto quello che è stato annunciato, non si è ancora visto molto”.

Tuttavia, non tutti hanno rinunciato ad Akon City. Il presidente dell’associazione giovanile del villaggio di Mbodiene, David Seck Sene, ha affermato: “Ho ancora speranza. Non vedo come un progetto come questo possa fermarsi da un giorno all’altro.

Philomene Bamimba, capo di un’associazione femminile locale, ha sottolineato i benefici economici che la costruzione della città potrebbe portare a Mbodiene. “Sarebbe una cosa enorme, per noi.

Paul Martin della KE International, società di ingegneria con sede negli Stati Uniti vincitrice dell’appalto per la costruzione di Akon City, ha affermato che sono stati raccolti oltre 4 miliardi di dollari di finanziamenti per il progetto.

Martin ha rivelato che l’imprenditore keniano Julius Mwale è l’investitore principale del progetto, prevedendo che la costruzione iniziare a ottobre, dopo che lo sviluppo di un’altra cittàta da Mwale sarà finanziato in Kenya.

Correlato: Akon costruirà la seconda cripto-città africana in Uganda

Martin ha aggiunto che i primi 12 mesi di lavoro su Akon City hanno riguardato “pianificazione, approvazioni, appalti e il reclutamento di subappaltatori.

Secondo la Banca Mondiale, più di un terzo dei 16 milioni di abitanti del Senegal vive attualmente al di sotto della soglia di povertà.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here