Home Criptovalute Ripple sta aiutando il Bhutan nel lancio della sua CBDC

Ripple sta aiutando il Bhutan nel lancio della sua CBDC

0



In un annuncio di mercoledì, Ripple Labs ha confermata la sua collaborazione con la banca centrale del Bhutan per emettere e gestire un ngultrum digitale. Secondo Ripple, la partnership è stata motivata dal desiderio della Royal Monetary Authority, o RMA, di migliorare i pagamenti transfrontalieri, espandere l’inclusione finanziaria per i suoi residenti e “Tutto il suo impegno per la sostenibilità come unico paese al mondo a emissioni zero.

Con una popolazione di circa 800.000 abitanti, il prodotto interno lordo del 2020 nel Bhutan ammonta a 2,5 miliardi di dollari. Altre agenzie di stampa riportino la “felicità nazionale lorda” del paese come alternativa ai parametri economici tradizionali, migliaia di cittadini bhutanesi non hanno accesso a un conto di risparmio oa carte di credito. La RMA è intenzionata ad aumentare l’inclusione finanziaria nel paese dell’85% entro il 2023, permettendo pagamenti con una Central Bank Digital Currency, o CBDC, in modo “più facile, veloce e conveniente”.

Oltre alla privacy, la CBDC è anche progettato su misura per gestire ottimamente i volumi di pagamenti al dettaglio“, ha affermato Ripple. “Ciò fornisce alle banche centrali come l’RMA la sicurezza, il controllo e la flessibilità di cui hanno bisogno per implemento una CBDC senza compromettere la stabilità finanziaria o gli obiettivi della politica monetaria“.

L’annuncio arriva oltre sei mesi dopo che Ripple ha dichiarato che offerto versioni di XRP Ledger alle banche centrali, come soluzione per lanciare una CBDC. Il Bhutan è uno dei primi paesi ad avvalersi di questo servizio.

Correlato: Il Ghana si prepara al lancio del progetto pilota della sua CBDC

Emergono altri progetti pilota di CBDC in tutto mondo: i funzionari indiani suggeriscono il che lanceranno la rupia digitale a dicembre, mentre la banca centrale nigeriana prevede di lanciare una valuta digitale entro il 2022. È stata tuttavia la Cina a controllare questo trend, avendo iniziato a dimostrare del suo digitale yuan già nell’aprile 2020.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here