Home Criptovalute L’accumulo record da parte delle balene catapulta Bitcoin verso nuovi massimi storici

L’accumulo record da parte delle balene catapulta Bitcoin verso nuovi massimi storici

0


Data l’inattività negli ultimi tre mesi dell’85% della massa monetaria di Bitcoin, pare che gli investitori siano in attesa di prezzi più elevati: Glassnode, fornitore di analisi on-chain, conclude il recente rapporto “The Week Onchain” dell’8 novembre affermando: “Semplicemente, gli investitori non stanno spendendo le loro monete.

Gli indirizzi che non hanno spostato i loro BTC in 12 mesi, denominati “detentori a lungo termine” (titolari a lungo termine – LTH), sono tra quelli che stanno accumulando più monete: spostano soltanto 6.500 BTC al giorno.

Il trend d’accumulo non sembra rallentare: la quota di offerta detenuta negli scambi centralizzati è scesa al minimo storico del 12,9%, mentre i BTC sono sempre più collocati in depositi sicuri.

Glassnode riferisce che oltre 5.000 BTC (circa 338,6 milioni di dollari) siano stati ritirati dagli exchange centralizzati durante la scorsa settimana. Il rapporto afferma:

“Il mercato è probabilmente ancora nella fase di accumulo, caratterizzato da una bassa attività, grandi deflussi dallo scambio e una spesa strategica molto modesta da parte dei possessori esperti”.

Ieri, Bitcoin ha raggiunto nuovi massimi storici sopra i 68.000$, superando la capitalizzazione di Tesla e Facebook.

Correlato: Analisi: il prezzo di BTC è ‘pronto per un rally’ diretto verso gli 85.000$

Il rapporto denota che l’aumento dell’accumulo di Bitcoin da parte dei detentori a lungo termine – culminato all’80,6% ad agosto 2020 – abbia fatto da precursore al precedente massimo storico di aprile.

Dal livello a 66.000$, i LTH hanno speso lo 0,73% dell’offerta di Bitcoin, riducendo la quantità posseduta a circa il 68%.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here